baccalà mantecato

BACCALA’ MANTECATO

Il baccalà mantecato è una preparazione ligure a base di baccalà (quindi merluzzo sotto sale), patate, latte, e olio.

Gli ingredienti sono pochi, ma il risultato è subime.

Da quando ho imparato a farlo, lo preparo davvero in ogni momento dell’anno.

Mi piace nei periodi più freddi accompagnato a della polenta grigliata o fritta, oppure d’estate con crakers (senza glutine) o anche solo così, a cucchiaiate!

Non voglio dilungarmi troppo, perchè questa è una delle ricette che merita più di essere mangiata che descritta.

Ingredients

  • 1kg di baccalà sotto sale

  • 2 patate medio grandi

  • Latte a sufficienza per coprire il baccalà e le patate in pentola

  • olio EVO q.b.

  • sale,pepe

La parte più lunga consiste nel far dissalare il baccalà. Andrà tenuto a bagno in acqua per circa 3/4 giorni, in modo che perda tutto il sale.

Teniamolo nel frigorifero e cambiamo l’acqua mattino e sera.

Quando il nostro baccalà sarà pronto (a meno che non vogliate comprarlo già ammollato) dobbiamo togliergli la pelle, semplicemente strappandola dalla polpa e metterlo a pezzi abbastanza grossi in una pentola capiente.

Aggiungiamo poi le patate pelate e tagliate a tocchetti di circa 1,5cm di lato.

A questo punto copriamo con il latte, mettiamo sul fuoco medio basso e portiamo a cottura.

Le patate dovranno essere ben cotte, quasi che si sfaldano.

A questo punto scoliamo tutto e trasferiamo il pesce e le patate in una bowl o nel vaso della planetaria.

Mentre facciamo questa operazione, togliamo le lische del merluzzo (sono decisamente grosse, sarà difficile non vederle).

Ora azioniamo le fruste elettriche o quella della planetaria ad una velocità media, proprio come se dovessimo montare qualcosa, e aggiungiamo olio a filo.

Quando il composto risulterà bello vaporoso e montato saremo a buon punto.

Consiglio sempre di assaggiarlo prima di regolarlo di sale, perchè in caso il baccalà non avesse perso tutto il suo sale, non rischieremo di renderlo troppo sapido e immangiabile.

A questo punto, o in un unico contenitore o in finger food, il nostro baccalà è pronto per essere servito.

E’ una delle mie preparazioni preferite, ne mangerei davvero a tonnellate!

Fatemi sapere cosa ne pensate o qui sotto o nei commenti su Instagram, e vi invito a iscrivervi alla Newsletter per rimanere sempre aggiornati sulle attività del blog!

Trovate le altre proposte per il tema del mese di giugno qui e qui

A presto!

Giada.

Rispondi